SRG SSR

Obbligo di trasparenza

Obbligo di trasparenza

Nel marzo 2013 il popolo svizzero ha approvato l’iniziativa Minder „contro le retribuzioni abusive“. Il Consiglio federale   ha reagito emanando l’ordinanza di applicazione corrispondente – l’ordinanza contro le retribuzioni abusive nelle società anonime quotate in borsa (OReSA). L’ordinanza è entrata in vigore il 1° gennaio 2014, rimandando tuttavia per le società anonime quotate in borsa il termine entro cui adempiere a tutte le disposizioni sancite dalla legge alla data della loro assemblea generale 2015.


Per le Casse pensioni l’obbligo di trasparenza si applica in virtù dell’ordinanza contro le retribuzioni abusive (OReSA):

Art. 23 Obbligo di trasparenza
(art. 86b della LF del 25 giugno 1982 sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità)

1 Gli istituti di previdenza soggetti alla LFLP devono riferire ai propri assicurati almeno una volta l'anno in una relazione riassuntiva sul modo in cui hanno esercitato il proprio obbligo di voto secondo l'articolo 22.
2 Se non seguono le proposte del consiglio d'amministrazione o si astengono dal voto, gli istituti di previdenza devono riferirne in modo dettagliato nella relazione.

 

Vai a:

Panoramica sull’esercizio dei diritti di voto

(in francese)

Analisi Ethos „Assemblées générales 2015, rémunérations et gouvernance des sociétés du SPI“ 

(Assemblee generali 2015, remunerazioni e corporate governance delle società SPI; lo studio è disponibile in tedesco, francese e inglese)

 

Dal 2016, ogni semestre vi forniamo un resoconto sul modo in cui abbiamo esercitato il nostro diritto di voto.

RSIRTRRTSSRFSWI